Le 7 tappe

Per il download della traccia, nella pagina successiva inserire il codice isbn della guida.

I TappaSant’Angelo a Fasanella – Roscigno Vecchia
I tappa La prima tappa inizia da Piazza Ortale
a Sant’Angelo a Fasanella,
seguendo il sentiero indicato sulla guida,
si giunge in circa un’ora a Corleto Monforte
per far visita al Museo Naturalistico.
Si prosegue verso il
sito archeologico del Monte Pruno fino ad arrivare al suggestivo borgo abbandonato di Roscigno Vecchia.
Scheda tecnicaTraccia GPS
Ii TappaRoscigno Vecchia – Sacco – Villa Littorio
Si riparte da Roscigno Vecchia,
passando per le suggestive Sorgenti
del Fiume Sammaro,
si raggiunge
il Comune di Sacco.
Si consiglia di salire ai ruderi
di Sacco Vecchia per poter vedere
i resti della Chiesa di San Nicola e
per godere di uno splendido
panorama su tutta la valle.
Si può sostare a Sacco dove sono presenti diverse strutture ricettive oppure proseguire verso Villa Littorio.
Scheda tecnicaTraccia GPS
IIi TappaVilla LittorioMagliano Nuovo
Se si è scelto di sostare a Sacco,
occorre riprendere la parte finale
della tappa precedente, ed una volta
giunti a Villa Littorio, preoseguire verso il Ponte Medioevale, e salire poi all’abitato di Magliano Nuovo dove è d’obbligo una visita al Museo Paleontologico
Scheda tecnicaTraccia GPS
IV TappaMagliano Nuovo – Felitto
Ritornati al Ponte Medioevale,
si prosegue lungo le rive del fiume
Calore, e costeggiando le omonime Gole
,
che mostrano all’escursionista tutta la
loro bellezza, si giunge in località Remolino, dove è possibile fare una sosta prima di salire a Felitto.
Scheda tecnicaTraccia GPS
V TappaFelitto – Aquara
Uscendo da Felitto si prosegue, c
osteggiando il Fiume Calore, verso la
prossima meta, e passando per la Pietra di San Lucido, Santo Patrono di Aquara.
Scheda tecnicaTraccia GPS
VI TappaAquara – Sant’Angelo a Fasanella
Uscendo da Aquara, si procede verso
il vecchio cimitero e da li si imbocca un
sentiero che porterà al Ponte Romano sulla sorgente del fiume Auso, sotto l’abitato di Sant’Angelo a Fasanella.
Scheda tecnicaTraccia GPS
VIi TappaIl Monte Panormo
Partendo dall’omonimo Rifugio, si segue
il sentiero nella faggeta che giunge fino
al Monte Panormo, la vetta più alta del
massiccio degli Alburni. Al ritorno presso
il rifugio consigliamo una doverosa sosta per gustare le tipicità culinarie di questo luogo.
Scheda tecnicaTraccia GPS